InfoChem.it - Chimica e Sicurezza

Info-Chem news
X ATP al CLP

Sulla G.U. dell’Unione Europea n° 116 del 5 maggio 2017 è stato pubblicato il Regolamento (UE) 2017/776, recante adeguamento al progresso tecnico al CLP per la decima volta.

 

L'emendamento introduce o aggiorna le classificazioni armonizzate per 37 sostanze nell'elenco delle classificazioni armonizzata (allegato VI del regolamento CLP).

Sono state aggiornate le classificazioni esistenti per 13 sostanze e sono state introdotte 24 sostanze o gruppi di sostanze nuove. Tra queste, sono state aggiornate o introdotte 14 sostanze attive utilizzate nei prodotti fitosanitari.

 

Il 10 ° ATP introduce, inoltre, le stime di tossicità acuta (ATE) nella penultima colonna della tabella 3 della parte 3 dell'allegato VI. Gli ATE sono importanti per determinare la classificazione per la tossicità acuta per la salute umana delle miscele contenenti sostanze classificate per la tossicità acuta. L'inserimento di valori ATE armonizzati nelle voci agevola quindi l'armonizzazione della classificazione delle miscele.

Le aziende devono rispettare i nuovi requisiti dal 1 ° dicembre 2018 in poi.

 

Per rendere più agevole il compito alle imprese, L'ECHA ha elaborato una tabella in Excel contenente tutti gli ultimi aggiornamenti delle classificazioni ed etichettature armonizzate delle sostanze pericolose, disponibili nella tabella 3 dell'allegato VI del Regolamento CLP.

  

 

Si ricorda che l'unica classificazione ed etichettatura armonizzata ufficiale e giuridicamente vincolante è quella disponibile nella tabella 3 dell'allegato VI del CLP e nei relativi ATP, pubblicati nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea. L'ECHA ha preparato questa tabella esclusivamente per un utilizzo non ufficiale.

Tabella voci armonizzate| CLP Legislation

 
Aggiornamento della Candidate List - 07-07-2017

L'ECHA ha aggiunto all'elenco delle sostanze molto preoccupanti (SVHC) candidate all’autorizzazione una sostanza molto persistente e molto bioaccumulabile, il PFHxS, sulla base di una proposta della Svezia.
Il PFHxS appartiene al gruppo delle sostanze per- e polifluoroalchiliche (PFASs). Tale identificazione rientra in un'attività che mira a regolamentare questo grande gruppo di sostanze. Lo scopo è anche di evitare sostituzioni indesiderate con altri PFAS. Diversi PFAS sono già stati identificati come SVHCs, un gruppo (PFOA e sostanze correlate) è ora soggetto a restrizioni, una restrizione è in preparazione e sono in corso varie valutazioni.

Sono state inoltre aggiornate le voci relative al bisfenolo A ed a quattro ftalati.

La voce per il bisfenolo A (BPA)è stata aggiornata per includere le proprietà interferenti il sistema endocrino sulla base di una proposta della Francia. Il BPA era già stato incluso nella Candidate List a causa della sua tossicità per la riproduzione nel mese di gennaio.
Sempre per tener conto delle proprietà interferenti il sistema endocrino, sono stati inoltre aggiornate le voci esistenti per il benzil butilftalato (BBP), il bis (2-etilhexil) ftalato (DEHP), il dibutil ftalato (DBP) e diisobutil ftalato (DIBP).

L'elenco delle sostanze molto preoccupanti (SVHC) candidate per l'autorizzazione contiene ora 174 sostanze.

Le sostanze incluse / aggiornate nella Candidate List il 7 luglio 2017 e le loro proprietà SVHC:

Nome della sostanza

Numero CE

Numero CAS

Data di inclusione / modifica

Motivo di inclusione

Perfluorohexane-1-sulphonic acid and its salts(PFHxS)

206-587-1
-

355-46-4
-

07/07/2017

vPvB (Article 57e)

4,4'-isopropylidenediphenol; Bisphenol A; BPA

201-245-8

80-05-7

12/01/2017
07/07/2017

Toxic for reproduction (Article 57c)
Endocrine disrupting properties (Article 57(f) - human health)

Bis (2-ethylhexyl)phthalate (DEHP)

204-211-0

117-81-7

28/10/2008
17/12/2014
07/07/2017

Toxic for reproduction (Article 57c)
Endocrine disrupting properties (Article 57(f) - environment)
Endocrine disrupting properties (Article 57(f) - human health)

Dibutyl phthalate (DBP)

201-557-4

84-74-2

28/10/2008
07/07/2017

Toxic for reproduction (Article 57c)
Endocrine disrupting properties (Article 57(f) - human health)

Benzyl butyl phthalate (BBP)

201-622-7

85-68-7

28/10/2008
07/07/2017

Toxic for reproduction (Article 57c)
Endocrine disrupting properties (Article 57(f) - human health)

Diisobutyl phthalate

201-553-2

84-69-5

13/01/2010
07/07/2017

Toxic for reproduction (Article 57c)
Endocrine disrupting properties (Article 57(f) - human health)

Per aumentare la chiarezza, la terminologia utilizzata nella Candidate List, relativa alla ragione dell'inserimento per le sostanze identificate come SVHC ai sensi dell'articolo 57, lettera f, è stata sostituita da una descrizione delle proprietà che provocano gli effetti avversi in ciascuna delle voci applicabili.

Sul sito dell’ECHA è possibile trovare ulteriori informazioni circa la Candidate List e gli obblighi relativi

 

 
Aggiornamento della Candidate List - 12-01-2017

L'ECHA (Agenzia europea delle sostanze chimiche), con aggiornamento del 12/01/2017, sulla base delle proposte di Francia, Svezia, Germania e Austria, ha aggiunto quattro nuove sostanze alla lista di quelle riconosciute come altamente problematiche (SVHC) Candidate List .

La lista delle sostanze estremamente preoccupanti, candidate per l'autorizzazione, ora contiene 173 elementi. Di queste, 31 sono state successivamente incluse nell’ Authorisation List delle sostanze da autorizzare.

 

Sostanze incluse nella Candidate List il 12/01/2017:

 

Sostanza

N. CE

N. CAS

Motivo di inclusione

Esempi d’uso

4,4'-isopropylidenediphenol

(Bisphenol A; BPA)

201-245-8

80-05-7

Toxic for reproduction (Article 57c)

Manufacture of polycarbonate epoxy resins and chemicals; hardener in epoxy resins

Nonadecafluorodecanoic acid (PFDA) and its sodium and ammonium salts

206-400-3

-

221-470-5

335-76-2

3830-45-3

3108-42-7

Toxic for reproduction (Article 57c)

PBT (Article 57d)

Lubricant, wetting agent, plasticiser and corrosion inhibitor

p-(1,1-dimethylpropyl)phenol

201-280-9

80-46-6

Equivalent level of concern having probable serious effects to environment (Article 57f)

Manufacture of chemicals and plastic products

4-heptylphenol, branched and linear

[substances with a linear and/or branched alkyl chain with a carbon number of 7 covalently bound predominantly in position 4 to phenol, covering also UVCB- and well-defined substances which include any of the individual isomers or a combination thereof]

-

-

Equivalent level of concern having probable serious effects to environment (Article 57f)

Manufacture of polymers; formulation into lubricants

 

 

 

Ricordiamo che l'introduzione di una sostanza nella Candidate List comporta una serie di obblighi per le aziende, al fine di consentire un uso sicuro del prodotto. Questi obblighi non riguardano solo le sostanze elencate in quanto tali o in miscele, ma anche alla loro presenza in articoli.

 

In particolare i produttori e gli importatori di articoli contenenti le sostanze SVHC sopra elencate entro il 12 luglio 2017 (6 mesi dalla data di inclusione in Candidate List) devono effettuare la notifica all'ECHA se:

 

  1. la sostanza è contenuta in tali articoli in quantitativi superiori a una tonnellata all'anno per produttore o importatore e
  2. la sostanza è contenuta in tali articoli in concentrazione superiore allo 0,1% in peso.

 

Inoltre tutti i fornitori di articoli contenenti una sostanza Candidate List di in concentrazione superiore allo 0,1% (in peso) hanno l’obbligo di comunicazione verso i clienti lungo la catena di approvvigionamento.

 

 

 

 
Versione consolidata CLP - 01/06/2016

Sul sito dell’ECHA è stata pubblicata la nuova versione consolidata del Reg 1272/2008 - Reg. CLP, aggiornata al 1° giugno 2016.

Il Testo Consolidato 2016 tiene conto delle seguenti modifiche e rettifiche:

Modifiche
- Regolamento (CE) n. 790/2009 - I ATP

- Regolamento (UE) n. 286/2011 - II ATP
- Regolamento (UE) n. 618/2012 - III ATP
- Regolamento (UE) n. 487/2013 - IV ATP
- Regolamento (UE) n. 517/2013 - adeguamento a motivo dell’adesione della Croazia
- Regolamento (UE) n. 758/2013 - modifica Allegato VI
- Regolamento (UE) n. 944/2013 - V ATP
- Regolamento (UE) n. 605/2014 - VI ATP
- Regolamento (UE) 2015/491 (modifica decorrenza Art. 1, par. 3 Reg. 605/2014)
- Regolamento (UE) n. 1297/2014 (relativo ai detergenti liquidi per bucato destinati ai consumatori in imballaggi solubili monouso).

Rettifiche
- Rettifica, GU L 16 del 20.1.2011, pag. 1 (1272/2008)
- Rettifica, GU L 138 del 26.5.2011, pag. 66 (286/2011)
- Rettifica, GU L 246 del 23.9.2011, pag. 34 (286/2011)

 

Il Testo Consolidato 2016 è da integrare con i seguenti Regolamenti di adeguamento al progresso tecnico e scientifico:

- Regolamento (UE) 2015/1221 - VII ATP

- Regolamento (UE) 2016/918 - VIII ATP

- Regolamento (UE) 2016/1179 - IX ATP

Il testo completo in formato PDF si può scaricare a questo link

Il testo è da considerarsi soltanto uno strumento di documentazione e la European Chemicals Agency non si assume alcuna responsabilità per il suo contenuto. Inoltre, il testo non ha valore legale. Per motivi legali si prega di fare riferimento ai testi pubblicati nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

 
VIII e IX ATP del CLP

Sulla Gazzetta Ufficiale UE del 14/6/2016è stato pubblicato il Reg. (UE) n. 2016/918, ovvero l’ VIII ATP che va modificare ed aggiornare il Reg. 1272/2008/CE - Regolamento CLP.

Nello specifico questo regolamento modifica gli Allegati dall’ I al VII del CLP.

Più nel dettaglio:

- fornisce un chiarimento sulla deroga all'etichettatura per le sostanze o le miscele classificate come corrosive per i metalli, ma non classificate per la corrosione della pelle o per gravi lesioni oculari

- propone un nuovo metodo alternativo di classificazione dei solidi comburenti

- modifica le disposizioni sulla classificazione per le classi di pericolo di corrosione/irritazione della pelle e di gravi lesioni/irritazioni oculari e gli aerosol

- modifica vari consigli di prudenza

L’ 8° ATP si applica sia alle sostanza che alle miscele a partire dal 1° febbraio 2018, ma è possibile adeguarsi su base volontaria anche in data antecedente a quella dell’entrata in vigore.

Il testo completo in formato PDF si può scaricare a questo link.

 

Sulla Gazzetta Ufficiale UE del 20/7/2016è stato pubblicato il Reg. (UE) n. 2016/1179, ovvero il IX ATP che va modificare ed aggiornare il Reg. 1272/2008/CE - Regolamento CLP.

Nello specifico questo regolamento modifica l’Allegato VI, parte 3, del CLP.

Più nel dettaglio:

- sopprime due sostanze

- va ad aggiornare la classificazione di 22 sostanze pericolose con classificazione armonizzata, tra cui l’ossido di rame, il dicloropropano, il bisfenolo A, la glutaraldeide e l’N-metil-pirrolidone,

- aggiunge 26 sostanze pericolose con classificazione armonizzata, tra cui il solfato di rame pentaidrato, la polvere di piombo e il piombo massivo.

Inoltre, con decorrenza 1° giugno 2017, sopprime la Tabella 3.2 nell’Allegato VI.

Il 9° ATP si applica sia alle sostanza che alle miscele a partire dal 1° marzo 2018, ma è possibile adeguarsi su base volontaria anche in data antecedente a quella dell’entrata in vigore.

Il testo completo in formato PDF si può scaricare a questo link.

 
Aggiornamento della Candidate List - 20/06/2016

L'ECHA (Agenzia europea delle sostanze chimiche), con aggiornamento del 20/06/2016, ha aggiunto una nuova sostanza alla lista di quelle riconosciute come altamente problematiche (SVHC) Candidate List .

La lista delle sostanze estremamente preoccupanti, candidate per l'autorizzazione, ora contiene 169 elementi. Di queste, 31 sono state successivamente incluse nell’ Authorisation List delle sostanze da autorizzare.

 

Sostanza inclusa nella Candidate List il 20/06/2016:

 

 Nome   della sostanza Numero   CE  Numero   CAS  Motivo   di inclusione  Esempi   d’uso
 benzo[def]crisene;   benzo[a]pirene  200-028-5  50-32-8

 Carcinogenic   (Article 57a)

Mutagenic   (Article 57b)Toxic for   reproduction (Article 57c)

PBT (Article 57 d)

vPvB (Article 57 e)

Componente   o impurezza in altre sostanze

 

 

Ricordiamo che l'introduzione di una sostanza nella Candidate List comporta una serie di obblighi per le aziende, al fine di consentire un uso sicuro del prodotto. Questi obblighi non riguardano solo le sostanze elencate in quanto tali o in miscele, ma anche alla loro presenza in articoli.

 
VII ATP del CLP

Sulla Gazzetta Ufficiale UE del 25/7/2015 è stata pubblicato il Reg. (UE) n. 2015/1221, ovvero il VII ATP che va modificare ed aggiornare il Reg. 1272/2008/CE - Regolamento CLP.

Nello specifico questo regolamento moficia l’Allegato VI, parte 3, del CLP. Più nel dettaglio va ad aggiornare la classificazione di 12 sostanze pericolose con classificazione armonizzata e ne aggiunge 23.

Il 7° ATP si applica sia alle sostanza che alle miscele a partire dal 1° gennaio 2017, ma è possibile adeguarsi su base volontaria anche in data antecedente a quella dell’entrata in vigore.

Il testo completo in formato PDF si può scaricare a questo link.

 
Versione consolidata CLP

Sulla Gazzetta Ufficiale UE del 1/6/2015 è stata pubblicata la nuova versione consolidata del Reg 1272/2008 - Reg. CLP, aggiornata:

- al Regolamento (UE) n. 605/2014 (VI ATP del CLP) ed

- al Regolamento (UE) n. 1297/2014 (relativo ai detergenti liquidi per bucato destinati ai consumatori in imballaggi solubili monouso).

Il testo completo in formato PDF si può scaricare a questo link.

 
Aggiornamento della Candidate List - 17/12/2014

L'ECHA (Agenzia europea delle sostanze chimiche), con aggiornamento del 15/06/2015, ha aggiunto due sostanze riconosciute come altamente problematiche (SVHC) alla Candidate List , sulla base delle proposte di Svezia e Paesi Bassi.
La lista delle sostanze estremamente preoccupanti, candidate per l'autorizzazione, ora contiene 163 elementi. Di queste, 31 sono state successivamente incluse nell'Authorisation List delle sostanze da autorizzare.

Nel dettaglio le due sostanze nuove:
- 1,2-benzenedicarboxylic acid, di-C6-10-alkyl esters; 1,2-benzenedicarboxylic acid, mixed decyl and hexyl and octyl diesters with ≥ 0.3% of dihexyl phthalate (EC No. 201-559-5) (EC No. 271-094-0, 272-013-1),è identificato come tossico per la riproduzione
- 5-sec-butyl-2-(2,4-dimethylcyclohex-3-en-1-yl)-5-methyl-1,3-dioxane [1], 5-sec-butyl-2-(4,6-dimethylcyclohex-3-en-1-yl)-5-methyl-1,3-dioxane [2] (copre qualsiasi dei singoli stereoisomeri di [1] e [2] o qualsiasi loro combinazione), identificato come vPvB.

Ricordiamo che l'introduzione di una sostanza nella Candidate List comporta una serie di obblighi per le aziende, al fine di consentire un uso sicuro del prodotto. Questi obblighi non riguardano solo le sostanze elencate in quanto tali o in miscele, ma anche alla loro presenza in articoli.

 
Safety data sheets eGuide

L'ECHA (Agenzia europea delle sostanze chimiche) ha pubblicato online una eGuide per supportare i destinatari delle schede di sicurezza e degli scenari di esposizione.
La eGuide è uno strumento interattivo destinato ad essere utilizzato da lavoratori e professionisti. Esso si propone di spiegare, in maniera facile ed intuitiva, le informazioni inserite nella Scheda Dati di Sicurezza estesa e descrive come utilizzare queste informazioni per promuovere l'uso sicuro delle sostanze chimiche.

Al momento la guida è soltanto in inglese, ma l’ECHA auspica di riuscire a tradurla nelle varie lingue comunitarie nel prossimo anno.

 

 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 2

Nuova Guida Normativa

Design template Su cui è possibile consultare la recensione delle norme di settore: classificazione, preparati, sostanze, SDS, REACh.

Corsi di Formazione

Su tematiche legate alla compilazione, lettura e controllo delle informazioni sulle sostanze pericolose, aggiornamento normativo, presso la Sede del Cliente

Infochem Forum

Dedicato ai quesiti tecnici e pratici derivanti dall'applicazione della normativa sulla classificazione delle sostanze e preparati pericolosi secondo l'U.E.