InfoChem.it - Chimica e Sicurezza

Tatuaggi

Hot topics - Inchiostri per tatuaggi e trucco permanente

Come sono realizzati i tatuaggi ed il trucco permanente?

I tatuaggi sono realizzati perforando lo strato superficiale della cute con un ago e iniettando l’inchiostro nello strato sottostante, creando così un disegno. Lo strato superiore della cute, o epidermide, si rigenera continuamente; quindi per creare un tatuaggio duraturo, l’inchiostro viene iniettato nel secondo, più profondo strato della pelle, il derma.

Il trucco permanente è simile al tatuaggio, ma mira a creare l’effetto dell’applicazione del trucco.

Cosa c\'è negli inchiostri per tatuaggi?
Gli inchiostri per tatuaggi sono miscele di diversi prodotti chimici, come coloranti e ingredienti ausiliari quali riempitivi, leganti o conservanti.

Si sa che alcune di queste sostanze chimiche causano o sono sospettate di avere svariati effetti avversi sugli animali o sull’uomo, come provocare il cancro, causare mutazioni genetiche, avere effetti tossici sulla riproduzione tali da danneggiare la fertilità o influenzare lo sviluppo dei bambini, procurare allergie. I coloranti, ad esempio, possono contenere metalli pesanti e sostanze allergeniche, ma spesso sono disponibili pochi dati sulla loro tossicità. Le sostanze utilizzate per i tatuaggi, inoltre, non sono specificamente prodotte per questo scopo e possono contenere tali livelli di impurità che non dovrebbero essere iniettate direttamente nella pelle.

Perché l’ECHA si interessa agli inchiostri per tatuaggi ed al trucco permanente?

Gli inchiostri per tatuaggi e il trucco permanente possono contenere sostanze pericolose note o che si sospetta possano avere svariati effetti avversi sugli animali o sugli esseri umani.

A causa della mancanza di informazioni sugli inchiostri per tatuaggi e per il trucco permanente, la Commissione europea ha chiesto all’ECHA di valutare i rischi sulla salute umana delle sostanze contenute negli inchiostri per tatuaggi e di esaminare l’eventuale necessità di introdurre restrizioni a livello europeo sul loro uso.

Nell’analisi, oltre ad esaminare i rischi per la salute umana, l’ECHA esamina la disponibilità di sostanze alternative più sicure, includendo lo studio dell’impatto socio-economico delle eventuali restrizioni all’uso delle sostanze in questione, per esempio in termini occupazionali sulla filiera della produzione e dei servizi.

L’ECHA sta analizzando le sostanze note come ingredienti degli inchiostri per tatuaggi e del trucco permanente che possono essere pericolose per la salute umana, così come le sostanze di cui si vuole prevenire l’utilizzo in futuro. Particolare attenzione viene rivolta alle sostanze cancerogene, mutagene o tossiche per la riproduzione, alle sostanze sensibilizzanti, nonché alle altre sostanze citate nella risoluzione del Consiglio d’Europa sui requisiti e sui criteri per la sicurezza dei tatuaggi e del trucco permanente.

L’analisi svolta dall’ECHA si riallaccia ai precedenti studi realizzati dalla Commissione europea e dal Consiglio d’Europa.

Come sono regolamentati gli inchiostri per tatuaggi e il trucco permanente a livello europeo?

Attualmente non esiste una legislazione a livello europeo che disciplini in maniera specifica la composizione chimica degli inchiostri per tatuaggi e del trucco permanente.

Sette Stati membri (Belgio, Francia, Germania, Paesi Bassi, Spagna, Slovenia e Svezia), tuttavia, hanno già sviluppato leggi proprie sulla base della risoluzione del Consiglio d\'Europa sulla sicurezza dei tatuaggi e del trucco permanente del 2008 o sulla precedente risoluzione del 2003.

Oltre a questo, gli inchiostri per tatuaggi sono soggetti alla direttiva “Sicurezza Generale dei Prodotti” (Direttiva 2001/95/CE), relativamente all’obbligo dei produttori di fornire prodotti sicuri; al “Regolamento relativo alla classificazione, all’etichettatura e all’imballaggio - CLP” (Regolamento 1272/2008) per quanto concerne l’etichettatura dei prodotti che contengono sostanze classificate come pericolose, in concentrazioni superiori ai limiti previsti; e infine al “Regolamento REACH” (Regolamento 1907/2006) relativamente ai requisiti di registrazione e di comunicazione delle informazioni.

Bisogna ricorda, però,  che, poiché molte delle sostanze pericolose possono essere presenti in questi inchiostri in piccole quantità, tali prodotti potrebbero essere esenti dagli obblighi di cui ai regolamenti CLP e REACH.

Quali sono gli obblighi attuali degli utilizzatori a valle e dei fornitori della catena di approvvigionamento dell’inchiostro per tatuaggi e del trucco permanente?

Gli utilizzatori a valle, compresi i formulatori delle miscele, hanno specifici doveri ai sensi del regolamento REACH relativamente agli inchiostri per tatuaggi o per trucco permanente da essi prodotti. I formulatori degli inchiostri per tatuaggi o per il trucco permanente sono tenuti a identificare gli ingredienti contenuti nei loro prodotti per gli importatori ed gli ulteriori destinatari a valle nella catena di approvvigionamento, in modo che questi possano essere presi in considerazione per soddisfare i requisiti di registrazione.

Se i dichiaranti di sostanze pericolose non hanno coperto l\'uso negli inchiostri e i formulatori utilizzano tale sostanza pericolosa registrata in quantitativi pari o superiori a una tonnellata, i registranti sono tenuti ad effettuare una valutazione della sicurezza chimica per gli utilizzatori a valle, per dimostrare che l’utilizzo della sostanza in questione negli inchiostri per tatuaggi e nei trucchi permanenti non è pericolosa.

Inoltre, le imprese che vendono sostanze o miscele pericolose ad altre imprese sono tenute a fornire all’acquirente una scheda di dati di sicurezza del prodotto. Tale scheda fornisce una guida all’utilizzo sicuro del prodotto in questione, tramite informazioni sulle proprietà della sostanza o miscela e sui suoi pericoli, nonché istruzioni relative alla manipolazione, allo smaltimento e al trasporto e, infine, raccomandazioni di primo soccorso, antincendio e di controllo dell’esposizione.

I produttori di singole sostanze, in quantità pari o superiori a una tonnellata all’anno, sono soggetti al regolamento REACH: la sostanza chimica deve essere registrata presso l’ECHA e la richiesta deve essere accompagnata dai dati sulle proprietà pericolose della sostanza. Ciò consente all’ECHA di effettuare un’azione di controllo dell’uso della sostanza chimica, qualora essa comporti dei pericoli. Il regolamento REACH si applica a tutte le sostanze chimiche, non solo a quelle utilizzate negli inchiostri per tatuaggi e nel trucco permanente.

Infine, i produttori, gli importatori e gli utilizzatori a valle sono tenuti a classificare le sostanze e le miscele secondo i criteri del regolamento CLP e ad assicurare il rispetto dei requisiti di etichettatura e imballaggio per i prodotti chimici pericolosi. È necessario notificare all’ECHA ciascuna sostanza classificata come pericolosa e immessa sul mercato in quanto tale o come componente di una miscela.

Proposta di restrizione a livello UE per le sostanze negli inchiostri per tatuaggi
In seguito alla crescente popolarità dei tatuaggi e dell\'assenza di misure armonizzate a livello UE per il controllo degli inchiostri per tatuaggi e trucco permanente, la Commissione europea ha chiesto all\'ECHA di valutare i rischi per la salute umana associati agli inchiostri, gli impatti socioeconomici pertinenti e la necessità di un’azione a livello UE oltre le misure nazionali già in vigore.
In risposta, l\'ECHA ha preparato una relazione che propone di limitare l\'uso intenzionale o il limite di concentrazione per alcune sostanze contenute negli inchiostri per tatuaggi.
Questa restrizione si basa su una valutazione del rischio di sostanze come coloranti, impurità e altri ingredienti ausiliari.
A causa dell\'elevato numero di sostanze e della complessità della valutazione, l\'ECHA è stata sostenuta da Danimarca, Italia e Norvegia nello sviluppo della proposta. Anche la Germania ha contribuito in modo significativo a questo lavoro.

La proposta dell\'ECHA non suggerisce di vietare gli inchiostri per tatuaggi o i tatuaggi stessi, ma mira a regolare gli ingredienti negli inchiostri in modo che siano sicuri.

La restrizione è proposta per circa 4 000 sostanze che sono:
• già vietate nei prodotti cosmetici;
• soggette a una classificazione armonizzata, come quelle cancerogene, mutagene e tossiche per la riproduzione (CMR), sensibilizzanti della pelle, corrosive o irritanti e che danneggiano gli occhi o irritano gli occhi;
• coperte dalla risoluzione del Consiglio d\'Europa sugli inchiostri per tatuaggi.

Solo alcune delle sostanze coperte dalla proposta sono state trovate negli inchiostri per tatuaggi. Le restanti sostanze sono incluse per prevenire il loro potenziale uso come sostituti in futuro.
Per alcuni coloranti viene suggerita un\'esenzione perché non ci sono ancora alternative adatte disponibili per il loro uso.

Prossimi passi
La proposta di restrizione è stata pubblicata sul sito dell\'ECHA il 25 ottobre 2017. A partire da metà dicembre 2017, saranno aperte le consultazioni pubbliche nelle quali le parti interessate potranno fornire i propri commenti e presentare documenti di supporto.
Si prevede che i comitati scientifici dell\'ECHA per la valutazione del rischio (RAC) e per l\'analisi socioeconomica (SEAC) forniranno i loro pareri di esperti sulla proposta entro la fine del prossimo anno.
Saranno prese in considerazione tutte le informazioni pertinenti ricevute durante le consultazioni pubbliche.

I pareri del RAC e del SEAC sono quindi inviati alla Commissione, che ha tre mesi per elaborare un emendamento all\'elenco delle restrizioni. Se il Consiglio o il Parlamento europeo non si oppongono alla restrizione, la Commissione la adotterà e sarà pubblicata nella Gazzetta ufficiale dopo che la Commissione avrà ricevuto i pareri.

Cosa significherebbe una restrizione?
Se la Commissione adotta la restrizione, i produttori di inchiostri ed i tatuatori dovranno conformarsi alla legge.
Dovrebbero acquistare da un fornitore che rispetta queste nuove limitazioni ai sensi del REACH e dovrebbero essere in grado di comunicare ai propri clienti le sostanze chimiche che stanno utilizzando.

La restrizione ridurrebbe i potenziali rischi per la salute per le persone che vengono tatuate, come reazioni allergiche agli inchiostri per tatuaggi e possibili effetti a lungo termine derivanti dall\'esposizione a sostanze pericolose iniettate sotto cute.











Nuova Guida Normativa

Design template Su cui è possibile consultare la recensione delle norme di settore: classificazione, preparati, sostanze, SDS, REACh.

Corsi di Formazione

Su tematiche legate alla compilazione, lettura e controllo delle informazioni sulle sostanze pericolose, aggiornamento normativo, presso la Sede del Cliente

Infochem Forum

Dedicato ai quesiti tecnici e pratici derivanti dall'applicazione della normativa sulla classificazione delle sostanze e preparati pericolosi secondo l'U.E.